Classifica italiana: new entry PAOLO CONTE e GIGI D’ALESSIO

paolocontegigidalessio

Questa settimana torna a guidare la classifica italiana degli album più venduti un album straniero: è Songs of innocence, tredicesimo album in studio degli U2, che dopo aver regalato a milioni di utenti iTunes in tutto il mondo il disco gratuitamente, hanno comprensibilmente visto ridursi le vendite effettive dell’album che ha registrato in Regno Unito, Stati Uniti e Canada un sonoro flop in classifica.

Entra alla #2 uno dei guardiani del cantautorato italiano, l’astigiano Paolo Conte, in gran spolvero dopo quattro anni d’assenza con Snob, e pronto a ripartire in tour in Italia e in Europa.

Scende alla #3 (-2) Pop-hoolista, l’album già disco d’oro di Fedez, fresco debuttante dietro al bancone dei giudici di X Factor, destinato a rimanere a lungo in classifica tra musica, polemiche e impegni televisivi. Scendono anche Fabi-Silvestri-Gazzè, alla #4 (-2) con Il padrone della festa.

Ritorna in classifica alla #5 Gigi D’Alessio grazie alla riedizione live del suo ultimo album Ora, contenente numerosi brani registrati durante l’ultima tournée dell’artista partenopeo, impreziosita da tre inediti.

Balzo alla #6 (+14) per Giorgia, dopo l’uscita della Gold Edition di Senza paura e in concomitanza con l’annuncio dell’uscita del nuovo singolo danzereccio La mia stanza, quinto estratto.

Alla #7 (-4) ci sono i torinesi Subsonica con Una nave in una foresta mentre alla #8 (-2) resiste ancora Tempo reale di Francesco Renga.

Chiudono Un giorno di sole di Chiara alla #9 (-5) e i sempreverdi Modà con Gioia… non è mai abbastanza alla #10 (-3).

Esce dalla top 10 e si ferma un gradino più sotto Lenny Kravitz, alla #11 con Strut (-3) che tiene alle spalle L’amore comporta di Biagio Antonacci alla #12 (-3).

Alla #13 in salita di una posizione Ghost stories dei Coldplay mentre scende alla #14 (-2) Popular problems di Leonard Cohen. Alla #15 (-2) Mondovisione di Ligabue.

Alla #16 in discesa (-6) Non siamo più quelli di Mi Fist dei Club Dogo, alla #17 (-2) troviamo Sex and love di Enrique Iglesias che resiste in top 20 grazie al grande successo della hit Bailando.

Perde due posizioni e torna alla #18 Logico di Cesare Cremonini, stesso numero di posizioni perse per i Dear Jack, alla #19 con Domani è un altro film.

Chiudono di nuovo gli U2 alla #20 con la raccolta 18 Singles.

Si segnalano i debutti di Amedeo Minghi, alla #66 con Suoni tra ieri e domani, e Paolo Benvegnù, alla #69 con Earth Hotel. Alla #80 invece c’è Roba da maiali, l’album di debutto del duo fenomeno di X Factor Cecco e Cipo!

Nella classifica dei singoli più venduti in digitali e più ascoltati sulle piattaforme streaming pochi cambiamenti sul podio. Tiziano Ferro incredibilmente non riesce a scansare Bailando dalla vetta. Enrique Iglesias resiste alla #1 mentre Senza scappare mai più deve accontentarsi del debutto in seconda piazza. Stabile invece Chandelier di Sia alla #3.

Solo un altro brano italiano in top 20: Fragili dei Club Dogo feat. Arisa alla #19 (-1).

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: