CHECCO ZALONE torna nei cinema da gennaio ma prima lancia “La Prima repubblica” in radio

checco-zalone-quo-vado

Checco Zalone è sicuramente l’attore comico italiano più amato dell’ultimo decennio, suo del resto il record del secondo film più visto di sempre nel nostro paese (alle spalle di Avatar ma primo tra gli italiani) con la sua terza opera, Sole a catinelle.
Ma va ricordato che dopo Zelig, è stata proprio la musica a sdoganare con il grande pubblico Checco grazie al successo inaspettato della canzone Siamo una squadra fortissimi.

Ora Zalone sta per tornare con un nuovo film in uscita a gennaio che è stato anticipato in radio il 20 dicembre scorso dal singolo La Prima Repubblica.

Visto il grande successo nei botteghini cinematografici può risultare facile dimenticare che il comico ha iniziato la sua carriera proprio esibendosi nei locali pugliesi suonando jazz con Vito Ottolino e Pino Mazzarano.
Restando sul fronte musicale dopo il grande successo di Siamo una squadra fortissimi Checco ha cantato alla presentazione dei palinsesti Mediaset nel 2007, quindi pubblicato una compilation uscita con La Gazzetta dello sport nel 2009 e condotto Canta e vinci con Amadeus.

Con il suo primo film da record uscito nel 2009, Cado dalle nubi, ha pubblicato l’omonima compilation contenente canzoni di successo come Angela e Gli Uominisessuali. La prima si è aggiudicata anche una nomination ai David di Donatello 2010 come miglior canzone uscendone sconfitta contro Baciami ancora di Jovanotti.
I Singoli estratti dalla successiva compilation, Che Bella giornata, sono entrati tutti nel Top 5 Fimi/GfK dei brani più scaricati in digitale. In totale Checco ha pubblicato negli anni cinque album e venti singoli.

checco-zalone-prima-repubblica

La Prima repubblica, già disponibile su iTunes e in tutti gli store di musica digitale è esattamente il 21esimo singolo della sua carriera e, come cita il comunicato stampa di presentazione della canzone, è un brano apocrifo che racconta con nostalgia quello che era il modo di vivere in Italia negli anni ‘80. Lo stile di vita di un paese che durante la Prima Repubblica viveva spensierato, godendo di un modo di fare diffuso in tutta la penisola. E’ un coro di persone felici che cantano allegramente la bellezza di quei momenti passati, non potendo scordare le consuete modalità che per un ventennio hanno caratterizzato l’Italia, diventando così il DNA del nostro Paese. Perché tutto cambia, ma in realtà nulla cambia veramente.

 La canzone sarà il brano portante del quarto film di Zalone, Quo Vado? in uscita il prossimo primo gennaio in tutti i cinema.

  
segui su: