CERTIFICAZIONI: BENJI & FEDE disco d’oro in una sola settimana e arriva il platino per i POOH

BENJI & FEDE

Con qualche giorno di ritardo a causa del ponte dei Santi ecco arrivare le nuove certificazioni della settimana con il boom di Benji & Fede che riescono a conquistare il disco d’oro per il loro album ad una settimana dall’uscita e il disco platino per Pooh 50 – L’Ultima notte insieme dei Pooh.

Andiamo a scoprire nel dettaglio tutte le certificazioni della settimana.

Partendo dalla musica internazionale Let me love you di Dj Snake feat Justin Bieber conquista il secondo disco di platino.
A guadagnare un platino sono: Bailar di Deorro feat Elvis Crespo, Sucker for pain di Lil Wayne, Wiz Khalifa & Imagine Dragons feat Logic e Tyd Dol, In the name of love di Martin Garrix feat & Bebe Rexha.

Disco d’oro per My way di Calvin Garris, Cool girl di Tove lo, Controlla di Drake, Hey Ya! degli OutKast, Company di Justin Bieber, Make you feel my love di Adele, Starving di Hailee Steinfeld & Grey feat Zedd, What’s my age again? dei Blink 182 e Gangsta’s Paradise di Coolio feat L.V., Kids di MGMT.

Tra gli album doppio platino per Wish you were here dei Pink Floyd.

Passiamo ora alla musica italiana partendo dai singoli dove Andiamo a comandare di Fabio Rovazzi si porta a casa il quarto disco di platino (50% streaming). Arriva al platino anche Che ne sanno i 2000 (streaming oltre 80%) di Gabry Ponte feat Danti mentre arrivano al disco d’oro due canzoni molto diverse tra loro: L’alba di Salmo (oltre 70% streaming) e Le onde di Ludovico Einaudi.

Tra gli album disco di platino per Pooh 50 – L’Ultima notte insieme mentre, in una sola settimana, 0+ di Benji & Fede conquista il disco d’oro per le oltre 25.000 copie vendute.

 

  La Musica si può averla dentro anche senza saper suonare uno strumento o cantare e a volte diventa parte di te al punto da influenzare la tua intera vita. Ho cominciato a camminare da fan gestendo due Fan Club, ho avuto l’occasione di imparare di più diventando Personal Assistant (di Gianluca Grignani, Niccolò Agliardi e Syria). Ho voluto anche provare l’esperienza on the road del Tour Manager (Barley Arts).Tutto questo per conoscere l’ambiente musicale sotto ogni aspetto e per saper affrontare una nuova sfida: portare avanti interamente un progetto discografico in qualità di produttore ed editore (Eleonora Crupi, Voyeur, Kianka). Recentemente ho voluto anche cimentarmi nella scrittura dando alle stampe per Chinaski Edizioni la biografia non autorizzata "Rockstar (a metà) - Gianluca Grignani". Anni fa, con la chiusura della rivista “Tutto musica”, mi sono sentito orfano di un’oasi in cui la musica veniva raccontata, recensita e approfondita con passione, così mi sono ripromesso che un giorno avrei ricreato un oasi simile per la musica italiana. Da quest’idea nasce All Music Italia.
segui su: