CAPAREZZA: "Cover" e' il primo estratto da "Museica"

caparezza

Dopo una lunga attesa di tre anni Caparezza torna nei negozi di dischi dal 22 aprile con il nuovo album Museica. Ad anticipare l’ottavo progetto in studio del rapper pugliese è il singolo Cover, pubblicato quest’oggi accompagnato dal videoclip ufficiale.

Il testo del nuovo brano mette in luce ancora una volta la genialità del cantautore. Nelle righe di Cover troviamo infatti riferimenti alle grandi copertine degli album che hanno fatto la storia della musica.

museica

Da Innuendo dei Queen (“in principio era il verbo gerundio, Innuendo“) a Nevermind dei Nirvana (“il parto nella piscina è andato bene, sai? Ci ho trovato pure il dollaro di Nevermind“), da Cheap thrills di Janis Joplin (“Signora Janis mi dia le strips di Cheap thrills“) a The Velvet Underground & Nico con la famosa banana disegnata da Andy Warhol (“in classe mangio una banana che mi dà quindici minuti di notorietà, Underground Velvet“).

Non mancano Fear of the dark degli Iron Maiden (“paura del buio che non cede, demoni sugli alberi come gli Iron Maiden“), The Eminem Show (“tutto ciò che so è che bramo il microfono dell’Eminem Show“), Music for the masses dei Depeche Mode (“suonare musica per le masse da casse rosse come quelle dei Depeche Mode“), Dookie dei Green Day (“da dove sbuchi? Non lo so ma sono esploso, Green Day Dookie“), The fat of the land dei Prodigy (“gli adulti sono grassi e malinconici, spesso prendono granchi più dei Prodigy“) e molti altri.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: