BENJI & FEDE rispondono dal palco agli insulti omofobi “Ricchioni non è un’offesa, siamo nel 2016”

benji e fede

Benji & Fede sono senza ora di dubbio la rivelazione teen-pop dell’anno. Dal loro debutto ufficiale davanti al grande pubblico lo scorso anno al Coca Cola Summer Festival i due ragazzi hanno infatti collezionato milioni di views dei loro video, portato a casa dischi d’oro e platino e collezionato instore con oltre 1.500 persone a data.

Quest’estate il duo si divide tra la registrazione del nuovo album, la promozione del nuovo singolo Eres mia e date live sparse in tutta Italia partecipando anche ai tour estivi delle principali radio italiane.

Ed è stato proprio ad una di queste date, per la precisione il Battiti live di Matera che si è svolto lo scorso 14 luglio che Benjiamin Mascolo ha dato una lezione di tolleranza al pubblico presente in piazza.
Benji & Fede quella sera si sono esibiti nella manifestazione con tre dei loro successi, Tutta d’un fiato, New York ed Eres mia.
Finita l’esibizione Benji non ha voluto tacere e, avendo sentito degli insulti di carattere omofobo volati da alcune persone del pubblico al loro indirizzo, ha replicato a fine esibizione:

Ho sentito qualcuno che urlava ricchioni come se fosse un’offesa. Non è un’offesa ragazzi, siamo nel 2016, non è un’offesa“.

Qui sotto trovate un video registrato da una fan del duo e postato su Twitter.

 

Ora per alcuni il gesto di Benji può apparire scontato o dovuto, ma così non è. Sono tanti gli artisti che ignorano questi messaggi d’odio, invece quel rispondere pubblicamente sul palco è stato un grande atto di coraggio che dimostra la maturità di questi due ragazzi.

In questi mesi ci è capitato spesso di assistere alle loro esibizioni o di seguire le dirette su Mentions e, tra i tanti commenti di stima e affetto da parte dei fan, capita sempre l’imbecille di turno che se ne esce con uno dei tanti insulti razzisti come “ricchioni” o “froci”. Del resto stiamo parlando di due bei ragazzi che stanno riscuotendo un successo enorme, sopratutto sul pubblico femminile (ma non solo) e si sa, l’invidia è una brutta bestia… ma lo è ancora di più quando, per l’ennesima volta (come già scrivemmo quando attaccarono Mika, leggi qui) si ha la dimostrazione che tra i giovani oggi insultare qualcuno attaccandolo con insulti di carattere omofobo è diventato ormai qualcosa di “normale” e questo è davvero preoccupante perché nella mente di questi ragazzi questa è la peggior offesa che si possa rivolgere ad un loro coetaneo per umiliarlo.

E allora vogliamo fare i nostri complimenti pubblicamente a Benji & Fede perché da sempre nella storia della musica ci sono stati artisti seguiti da un pubblico molto giovane che con la loro musica (ma anche con le loro parole) hanno avuto la grandissima possibilità di trasmettere messaggi positivi e di tolleranza (anche se questa è una parola che non amiamo, nessuno ha il diritto di “tollerare” nessun altro essere umano) ma questi due ragazzi non hanno deciso di non stare in silenzio, coscienti della responsabilità (a cui potrebbero anche sottrarsi come molti giovani artisti prima di loro) che hanno nei confronti di tanti giovani ragazzi non ostentano la loro eterosessualità nelle interviste ma al contrario ribattono pubblicamente ad insulti che tali sono solo nella mente di chi ancora vivere nell’ignoranza.

Bravi ragazzi!

  
segui su: