BELLUZ & BOSCO 21: presentato a Tarvisio l’album di esordio “Il Mondo che non Piace”

Bosco 21

E’ stata una serata indimenticabile, così come lo sono quelle in cui la musica è la regina della festa. Sabato 10 marzo a Tarvisio (Ud) si è svolta la presentazione di Il Mondo che non Piace, l’album d’esordio di Belluz & Bosco 21.

La serata ha visto la partecipazione della Band La Differenza (il cantante Fabio Falcone ha collaborato artisticamente alla realizzazione dei brani di tutto l’album e fin da subito ha creduto nel progetto) e dello Zio Rock Omar Pedrini.

I Bosco 21 si sono formati nel 2016 e e nel mese di novembre sono risultati finalisti di Area Sanremo, anche se non ce l’hanno fatta a vincere la manifestazione e partecipare alla selezione per l’Ariston.

Bosco 21

IL MONDO CHE NON PIACE

L’album Il Mondo che non Piace è uscito venerdì 9 marzo ed è composto da 10 brani che parlano d’amore, paure, incertezze e ipocrisie, con un sound realmente forte a metà tra la tradizione pop rock italiana anni ’90-2000 e la spensieratezza che solo dei ragazzi di vent’anni possono avere.

A proposito del disco d’esordio, la band ha raccontato: “L’album nasce dopo quasi 2 anni dalla nostra unione – racconta Luca Belluz -. Questo progetto è stato intrapreso per la nostra primaria necessità di scrivere e creare la nostra musica. Non credevamo di arrivare all’uscita del nostro primo disco, molte canzoni sono nate istintivamente e solo più tardi ci siamo accorti che c’era un filo conduttore tra tutti i brani. Il titolo dell’album non è solo il titolo di una canzone ma rispecchia un po’ il significato dell’intero disco: riportare tutte quelle sensazioni ed emozioni che creano esperienze le quali una dopo l’altra costruiscono una persona”.

Bosco 21

Ecco la tracklist:
1 – Il Mondo Che Non Piace
2 – Chiama Me
3 – Sei Furba
4 – Anni 90
5 – Illusione
6 – Eccomi
7 – In Vacanza Da Me
8 – Rondine
9 – SS 13
10 – Il Mondo Da Vicino

All’album hanno partecipato Luca Belluz (chitarre e voce), Luca Zucchet (chitarre), Marco Santarossa (basso), Andrea Rosso (batteria), Carlo Poli (tastiere), Nicola Oliva (chitarre), Raffaele ‘Jakka’ Zaccagna (tastiere) e Fabio Falcone (cori).

L’ALBUM TRACK BY TRACK

Bosco 21

1 – Il Mondo Che Non Piace
Brano che apre e dà il titolo all’album, parla di una relazione dove i due non si vedono da tempo e lui ricorda a lei i posti che hanno segnato la loro storia “sono tornato in quel posto lo sai lì dove l’erba non cresceva mai schiacciata dal peso dei nostri pensieri”.

2 – Chiama Me
Si rivolge ad una ragazza che svegliandosi la mattina e affacciandosi alla finestra si accorge che il sole che guardava il giorno prima è lo stesso che vede oggi. Capisce quindi che non è il mondo che cambia ma è lei che ogni giorno crescendo vede le cose in maniera diversa.

3- Sei Furba
Parla di una relazione stanca, quasi alla fine dove lei parla male di lui con le sue amiche ma poi a lui chiede di essere sposata e di ricevere fiori e altre cose di questo genere. Più in generale parla dell’ipocrisia.

4 – Anni 90
Richiama la nostalgia della generazione precedente nei confronti del periodo dei 90 che io ho vissuto a malapena ma quasi riesco a percepire.

5- Illusione
Questo pezzo nasce in sala prove dopo aver suonato con la chitarra due accordi apparentemente “a caso” che hanno richiamato l’attenzione degli altri componenti del gruppo. Abbiamo così deciso di scrivere un pezzo che si distacca un po’ dagli altri sia per il sound che per i contenuti. Infatti parla di una scena immaginaria dove un personaggio in preda alle allucinazioni della droga crede di essere stato rapito dagli alieni quando in realtà lo stava arrestando la polizia.

6- Eccomi
Racconta del ricongiungimento di una coppia, lui mette da parte l’orgoglio e ammette di averla trascurata e allora cerca di fare tutte quelle piccole cose che non riteneva importanti.

7- In Vacanza Da Me
E’ nato da un riff di chitarra su cui abbiamo costruito un arrangiamento e scritto un testo introspettivo dove ci lamentiamo di chi fa troppe domande la mattina presto quando ancora devo bere il caffè e vorrei solo prendermi una vacanza da me stesso e farmi un gin tonic.

8 – Rondine
E’ una canzone spensierata dal sound “southern” che parla di un dopo sbronza, di quando “ci si sveglia con la serata sullo stomaco”, la vita sembra noiosa e ci si sente quasi in colpa. Per esorcizzare allora ci si chiede “chi è che pensa di esser giusto? basta solo a metà!”.

9 – SS 13
Descrive di una piccola realtà di paese dove da poco hanno costruito un’autostrada e “sulla statale non passa più nessuno” e quindi locali e negozi stanno lentamente decadendo.

10 – Il Mondo da Vicino
E’ un pezzo che si interroga su quali siano le cose e i momenti veramente importanti nella vita che alla fine ci sfuggono sempre: “di una bella giornata il ricordo che neanche ho”. Noi vogliamo un sacco di cose che la nostra ambizione ci spinge ad ottenere ma quando le raggiungiamo ci accorgiamo che non erano proprio come ce le eravamo immaginate. Capiamo quindi che solo il nostro sogno era perfetto ma non la realtà.

Foto dai Social dei Bosco 21 e de La Differenza

 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali