ANTEPRIMA VIDEO – CUSTODIE CAUTELARI La voglia di pace s’accende d’intensità: ecco “L’Impossibile”

SAMSUNG CSC

Largo alle Custodie Cautelari. Un gruppo che attraverso una storia ventennale ha saputo conquistarsi seguito e credibilità, anche grazie alle prestigiose collaborazioni che sono proprio il cuore del loro nuovo progetto discografico anticipato da L’Impossibile. Una realtà della quale oggi vi parliamo oggi grazie alla pubblicazione in anteprima del video di questo estratto, un brano che porta con sè più di un motivo per convincere e per essere ascoltato.

Una canzone “di pace” ispirata dai terribili attentati subiti al Bataclan di Parigi che, attraverso la scelta di un contenuto narrativo intenso ma delicato, riesce a stimolare – grazie anche ad armonie e melodie elegantemente insolite –  l’emozione dell’ascoltatore.

Un brano scritto da Ettore Diliberto delle Custodie Cautelari con la partecipazione di Matteo Gabbianelli dei KuTso (tanto in scena quanto alla stesura del testo) e di Giuseppe Scarpato (chitarrista di Edoardo Bennato) agli arrangiamenti.

Un singolo che anticipa il nuovo album delle Custodie Cautelari, intitolato Notte delle chitarre e altri incidenti. Un progetto composto che presenterà nel migliore dei modi l’indole musicale del gruppo, avvalendosi della collaborazione di una grande parte della scena musicale italiana.

Un numero impressionante di musicisti chiamati a partecipare al progetto: sono circa 50 tra autori, cantanti e chitarristi, tra i quali spiccano nomi del calibro di Edoardo Bennato, Matteo Gabbianelli dei Kutso, Stef Burns, Giuseppe Scarpato, Maurizio Solieri, Enrico Ruggeri, Alberto Radius, Ricky Portera, Cesareo di Elio e le Storie Tese, il mito New Trolls, Clara Moroni, Mario Schilirò, Cico Falzone dei Nomadi, Federico Poggipollini, Marco Ferradini, Andrea Mingardi, Gogo Ghidelli, Andrea Fornili, Luca Colombo, Ricky Belloni, Luigi Schiavone, Andrea Cervetto.

In attesa dell’uscita del disco prevista per il 27 maggio e prima di lasciarvi al video, abbiamo raggiunto Ettore Diliberto, voce nonché leader della band, per farci raccontare di questo pezzo, del video e dei progetti che stanno impegnando nel migliore dei modi l’orbita Custodie Cautelari.

Oggi con grande piacere presentiamo in anteprima il video di L’Impossibile, singolo che anticipa il vostro nuovo progetto. Mi racconti questo brano?

Il brano l’ho scritto la sera della strage al Bataclan. Lo scorso anno sono andato proprio al Bataclan a sentire la nostra bassista Anna Portalupi che era in tour mondiale con Tarja Turunen. Lo trovai un luogo meraviglioso. Singolo e relativo video, intendono rappresentare in qualche misura, la voglia di pace che molti di noi oggi porta con sè.

Come è nato questo testo che segna la collaborazione con Matteo, frontman dei Kutso (presente anche con la sua voce)?

Amo la voce di Matteo. Incredibilmente l’ho conosciuto su Facebook, da lì i primi scambi di brani. Questa canzone l’ha scelta lui per cantarla insieme, successivamente ha apportato qualche miglioria al testo che è stata ben gradita. Ci siamo poi conosciuti a Genova di persona, direttamente in occasione dei giorni di riprese del videoclip. E’ stata una sintonia molto naturale, è nata l’amicizia. Giorni meravigliosi con una squadra organizzatissima.

Sul lato musicale invece troviamo gli arrangiamenti del noto chitarrista Giuseppe Scarpato, cosa ha portato la sua mano al pezzo?

Collaboriamo con Giuseppe da ormai 15 anni e in diversi episodi di questo progetto c’è la sua mano. E’ presente anche in un brano con Stef Burns e Edoardo Bennato.

Collaborazioni che sono solo un assaggio di quelle che troveremo nel vostro nuovo disco. Ci potete anticipare qualcosa di quello che sarà Notte delle chitarre e altri incidenti?

Si tratta di un album di 16 tracce con 14 inediti. 10 di questi li ho scritti tra il 1 novembre e il 31 dicembre 2015. Poi una con le musiche di Maurizio Solieri, un’altra con Alberto Radius, una con Mario Schilirò. Abbiamo coinvolto nei brani buona parte dei musicisti con cui suoniamo, da Stef Burns a Matt Backer (chitarrista di Elton John e Joe Cocker ndr), Cesareo di Elio e le Storie tese e tanti, tanti altri.

Un titolo abbastanza particolare, ti andrebbe di spiegarcelo?

La notte delle chitarre è uno show in scena dal 2000, il primo album è uscito con Sony Music nel 2002. Questo album della band, racchiude anche episodi più pop, più legati alla scrittura dei nuovi brani, e quindi “altri incidenti”.

La vostra formazione ha una grande storia, molta della quale giocata in dimensione live. Quando tornerete sul palco? 

Torniamo da fine maggio. Saremo a Gissi (CH) il 20 maggio con Ricky Portera, a Rimini il 12 giugno con Matt Backer, Giacomo Castellano e Mario Schilirò. Il 24 a Como con Mogol, Giuseppe Scarpato e Luca Colombo, il 25 al raduno di Wikimania con Matt Backer e via dicendo…

Tornando a L’impossibile nel video si respira una bella energia, anche grazie ad un divertente backstage finale. Come è stata la realizzazione di questa clip?

Dobbiamo ringraziare il regista Max Lo Buono e la produttrice Emy Guerrisi che hanno ben saputo organizzare un video con molte comparse. Abbiamo riso molto e capito che in una vita precedente Salvatore Bazzarelli è stato verduriere (ride ndr)… e Anna Portalupi ed Alex Polifrone erano attori. Per Nicola Denti è stata la prima esperienza del genere ma è stato perfetto. Quanto a Matteo e me come politici, beh bisognava pur partire da un paradosso, e poi l’idea di Custodie Cautelari contro Kutso ci è piaciuta subito. Due nomi che contengono ciascuno la sua ironia…

Ringraziamo Ettore per la disponibilità e vi lasciamo quindi al video di L’impossibile, mettevi comodi ed entrate nel mondo Custodie Cautelari

ANTEPRIMA VIDEO – CUSTODIE CAUTELARI – L’IMPOSSIBILE

CHI SONO LE CUSTODIE CAUTELARI

Le Custodie Cautelari nascono il 20 ottobre del 1993. Questa band, che ha calcato e anticipato prima il mondo delle cover e poi inventato veri e propri eventi musicali come la Notte delle Chitarre, tra concerti e dischi, che hanno coinvolto centinaia di artisti e musicisti. La potenza espressa nei concerti dal vivo resta una pietra miliare della band, che ripulita di orpelli riporta con vigore sul panorama la propria attitudine rock.

Alla voce c’è da sempre Ettore Diliberto, il leader. Vent’anni di Custodie Cautelari sembrano non avere fiaccato né lo spirito né la generosa voce di questo artista conosciuto ai più, in eterno viaggio musicale. Anna Portalupi al basso – già bassista nel tour mondiale di Tarja Turunen (ex Nightwish), vanta collaborazione con musicisti di fama mondiale come Steve Lukather, Bobby Kimball, Vinny Appice, Mike Terrana e molti altri.

Alex Polifrone alla batteria – già batterista del Mito New Trolls, e nell’attuale tour di Roby Facchinetti, ha avuto collaborazioni con Nada, Loredana Bertè, Mario Lavezzi, Ronnie Jones, Luisa Corna e tanti altri.

Alla chitarra Nicola Denti, già presente nel Tour 2015, musicista e docente di Parma inserito lo scorso anno nella line up.

Infine Salvatore Bazzarelli alle tastiere: un polistrumentista in grado di aggiungere il colore necessario a ciascun brano, attraverso l’utilizzo di un setup davvero ricco.

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: