ALEX PALMIERI, arriva il THE MANIAC TOUR

alex-palmieri-tour

Dopo la pubblicazione del singolo Maniac avvenuta lo scorso novembre la popstar ventiquattrenne Alex Palmieri è pronta a calcare i palcoscenici dei club e discoteche italiane con un tour che riprenderà le atmosfere dance pop dal respiro internazionale del suo repertorio.

Ricordiamo che l’artista si propone come performer, professione che abbraccia sia la musica che la danza in un contesto spesso particolarmente scenografico e forma di spettacolo molto in voga tra le popstar internazionali:
In Italia guardando al passato questo connubio ha riguardato anche artisti di rilevanza artistica maggiore come l’ex duo Paola & Chiara, che fin dai tempi delle grandi produzioni musicali con la Sony hanno importato questo spaccato d’arte musicale che molto attinge dal concetto di multimedialità artistica anglosassone di artisti come Madonna, Lady Gaga, Britney Spears e tra gli uomini David Bowie e Justin Timberlake.

Il progetto artisticamente coraggioso di Alex parte invece come sempre più spesso accade oggi per altri generi musicali da un’ impostazione artistica più libera e underground che in pochi anni lo ha reso particolarmente apprezzato negli ambienti GLBT.

Nato a Milano, il cantante inizia il suo percorso musicale dopo un lungo periodo di studio delle più disparate discipline della danza ed esperienze come aspirante performer a New York uscendo nel 2008 con il primo album Make it hot cui farà seguito nel 2009 il più elettronico e sfaccettato Zero, disco che inizia a procurargli un suo pubblico di fedelissimi insieme alle prime esperienze live nelle discoteche italiane.

Adesso in seguito all’uscita di Maniac, il cui video è disponibile dallo scorso gennaio su You tube inizia per Alex il periodo della promozione live che toccherà per la prima tappa del The Maniac Tour la rinomata discoteca Magazzini generali di Milano oggi sabato 7 febbraio, e per la quale sono in programma particolari sorprese scenografiche che in seguito l’artista renderà disponibili per i suoi fans sul suo canale Vevo ufficiale.
La performance del The Maniac Tour si aprirà con il nuovo brano e a seguire ripercorrerà i successi della webstar di questi ultimi anni quali Monster Boy, Wasted e Lovekiller.

Ecco cosa Alex ci ha dichiarato al riguardo:
Ogni volta è come la prima. L’emozione è molta, perchè ho superato alcune avversità discografiche e personali nell’ultimo periodo e nonostante questo sono ancora qui a fare quello che amo, con il mio sesto tour che sta per iniziare. Questo rende il brano ancora più speciale, sudato e vero degli altri. In questi giorni stiamo facendo delle prove intense, in particolar modo per la prima a Magazzini Generali: Avremo diverse telecamere in serata puntate su di noi e il video della prima verrà distribuito da Vevo. Per questi live abbiamo lavorato ad un interessante remix che spero i miei fan apprezzeranno, così come la sorpresa che abbiamo pensato e inseriremo a fine performance“.
alex_palmieri_the_maniac_tour
Il cantante porterà sul palco anche le coreografie dei suoi videoclip insieme al coreografo Daniele Galassi e ad un corpo di ballerini.
Ecco le tappe delle prossime date di Alex:
Les Folies scandalo –  Torino
Be queer –  Perugia
Blue club –  Milano
True color –  Sassari
Art club –  Desenzano del Garda
Evita –  Cuneo
Virgo – Genova
  Nato a Napoli nel 198X (dopo i 22 va bene questa informazione!). Ho un diploma come designer di moda e ultimamente faccio il make up artist free lance, le mie passioni sono l'arte, la scrittura e senza dubbio la musica! Amo tutto ciò che riguarda il mondo degli “addetti ai lavori”, una delle cose che faccio quando compro un cd è vedere chi lo produce, la casa discografica, i collaboratori e mi piacerebbe entrare sempre più in contatto con questa realtà. Sono un discepolo della cultura POP in generale, non guardo più la televisione da un po' (in compenso leggo di più) ma non mi dispiacerebbe in futuro ideare un programma, saltuariamente scrivo testi di canzoni, sono uno di quelli che vorrebbe vedere un suo testo in un disco di Mina o Patty Pravo per dire...siamo in tanti lo so.
segui su:

  • Seba

    Quanti termini enormi e celebrativi riportati su un portale che io credevo serio (e invece). Paragoniamo Palmino alla Falconi? Successi reali con finzioni e tanto fumo? “Hit”, “Suggestivo”, “Performer di successo”… Prima di pubblicare i comunicati che vi mandano queste celebrità inventate (che si comprano i like da soli su instagram per fingere di essere cagati da qualcuno) leggeteli e correggeteli per favore. Perchè leggere di Caccamo e trovarmi accanto questo coso, fa veramente perdere ogni credibilità a questo portale. Saluti

    • Cristian Scarpone (Caporedattore)

      Salve Seba,
      abbiamo letto il suo commento e ci scusiamo perché abbiamo compreso il fulcro del suo discorso. Non è nostra abitudine seguire e riportare alla lettera, e impersonalmente, ciò che dicono i comunicati stampa. Eravamo in preparazione di Sanremo e abbiamo redatto l’articolo con troppa leggerezza. Coscienti dell’errore, abbiamo modificato le parti dell’articolo che ritenevamo poco obiettive.

      Ci piace dare un aspetto preciso ai nostri articoli e se arriviamo ad una reale esaltazione è perché riteniamo che gli artisti presi in esame abbiano il valore artistico e il talento per emergere, o per quanto riguarda i Big è un reale talento già confermato dai risultati in carriera. Non si tratta mai di una scelta dipesa dai comunicati stampa.

      Se scegliamo di puntare su un artista personalmente, come accaduto per Romina Falconi, da lei citata, o Amara, in gara all’ultimo Festival di Sanremo, è perché da sostenitori della musica italiana, e in particolare degli artisti emergenti, crediamo sia nostro dovere spingere i progetti che noi riteniamo meritevoli e hanno più difficoltà a farsi conoscere, senza ricevere niente in cambio, è giusto precisarlo.

      Nel caso di Alex Palmieri, avendo comunque collezionato esperienze nel suo campo, non riteniamo giusto escluderlo dalle nostre notizie e quindi il The Maniac Tour ha avuto il suo spazio nella nostra sezione News come accaduto ad altri colleghi del performer. Non ci piace creare una serie A, una serie B e addirittura una serie C della musica italiana, è sempre stato così per All Music Italia e così sempre sarà, senza alcuno snobismo.

      Se c’è una notizia (che noi riteniamo tale, e qui si parlava di un pool di esibizioni) che può raggiungere un pubblico è giusto che gli venga dato spazio, al di là dei gusti, soprattutto se il soggetto dell’articolo sceglie il nostro portale per rilasciare dichiarazioni al riguardo.

      Cristian Scarpone
      Caporedattore