Addio a MANLIO SGALAMBRO, storico collaboratore di BATTIATO

Battiato_e_Sgalambro

Si è spento ad 89 anni a Catania Manlio Sgalambro, filosofo e storico collaboratore ai testi di Franco Battiato.

Nato a Lentini nel 1924, Sgalambro non aveva mai ottenuto la laurea in Filosofia (scelse infatti la Giurisprudenza) eppure era uno dei più apprezzati esponenti della corrente nichilista, con opere tradotte in più lingue.

Conobbe casualmente Battiato nel 1993 e da lì iniziò la loro avventura conclusasi solo oggi, per cause naturali.

Sgalambro ha donato le sue preziose parole per tutti gli album di inediti di Battiato dal 1994 in poi fra i quali L’imboscata (1996) contenente l’intramontabile La cura, Gommalacca (1998) in cui è presente Shock in my town, Dieci stratagemmi (2004) con Le aquile non volano a stormi, Il vuoto (2007) e Apriti sesamo, ultimo album uscito nel 2012.

Ha inoltre collaborato a libretti di opere, sceneggiature per film, programmi e documentari e si è messo alla prova egli stesso come cantautore con l’album Fun club del 2001, prodotto da Battiato, contenente evergreen della musica italiana e internazionale come La mer di Trenet e Parlami d’amore Mariù.

L’estro di Sgalambro in musica non si è fermato al connubio con Battiato. Egli ha infatti scritto testi per altri grandi nomi della musica italiana: Alice, Adriano Celentano, Carmen Consoli, Fiorella Mannoia, Milva e Patty Pravo.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: