WANTED: Bruno Cuomo

bruno-cuomo
Qualche settimana fa, visto che il mio amico ha disdetto l’offerta con le chiamate illimitate verso tutti e mi telefona di meno perché abbiamo operatori diversi, vi ho chiesto quali artisti vi sarebbe piaciuto andassi a ripescare dai meandri della musica italiana.
Una delle prime richieste è stata BRUNO CUOMO di cui io chiaramente avevo rimosso nome e faccia dall’hard disk del mio cervello e che ho recuperato solo grazie ad una vecchia copia di backup che non avevo ancora tolto dagli scatoloni dell’ultimo trasloco.
Nel 2002 Bruno aveva partecipato ad Operazione Trionfo, che di trionfale ebbe solo il nome. Il format era lo stesso di Star Academy (perché le nostre reti televisive sono recidive: se una trasmissione non se la c**a nessuno la prima volta, ce la propinano una seconda a distanza di anni per essere proprio sicuri sicuri sicuri che il prodotto non ci interessi proprio per niente, ma meno di zero… ma, fossi in loro, mi giocherei anche il terzo tentativo… e poi il quarto che vien da sé… in fondo Einstein diceva che follia è fare sempre la stessa cosa e aspettare risultati diversi): si canta, ci si esibisce, si viene giudicati e qualcuno viene buttato fuori. In sintesi la solita roba da talent show.
Comunque, da quel talent, di talento non ne emerse manco mezzo! Nemmeno per sbaglio… e non necessariamente per colpa dei ragazzi, perché qualcuno negli anni si è fatto ugualmente notare… tipo l’allora 21enne Federico Russo ce lo siamo ritrovato alla guida di The Voice e Lidia Schillaci, per tanto tempo in tour con Eros Ramazzotti e che ora sta pubblicando finalmente il suo primo disco (i miei colleghi umani, ve ne hanno parlato qui).
Detto questo… comunque… la trasmissione l’ha vinta Bruno Cuomo che la maggior parte di voi non ha mai sentito nominare e nessuno ha mai capito il perché abbia vinto proprio lui. Non era il più bravo perché c’era Lidia…

…non era il più figo perché c’era Jimmy (Giuseppe Russo) faceva anche il modello…

jimmy
e neanche aveva costruito una capanna sotto il tavolo come fece Taricone con Cristina ai tempi del primo Grande Fratello. Quindi non c’era nessuna ragione oggettiva nota allo spettatore moschide e non perché Bruno Cuomo vincesse. Però ha vinto, nonostante non me ne capaciti ancora, ma, a distanza di 12 anni, me ne sono fatta una ragione.
Ha vinto un contratto discografico con la Warner che starà ancora iscrivendo a bilancio la partita straordinaria (passiva) di Operazione (poco) Trionfo. E il disco l’ha fatto, pare preparandolo in 5 miseri giorni e senza godere del supporto promozionale della TV (Mediaset, quella stagione, ebbe un’idea splendida: mandò in onda contemporaneamente Operazione Trionfo su Italia Uno e Saranno Famosi – che poi divenne Amici di Maria de Filippi – su Canale 5… altra cosa che farebbe rabbrividire l’uomo di marketing a cui Bennato aveva già fatto perdere i capelli [quello di settimana scorsa]… chiaramente uno dei due programmi era già sulla carta destinato al fallimento e, per la legge del contrappasso, non poteva che essere quello col nome più trionfale!).
In ogni caso, il 14 febbraio 2003 esce Bruno Cuomo con BRUNO CUOMO (in quel periodo erano fissati che l’opera prima andasse chiamata col proprio nome e cognome, pena sfiga, fallimento, iella perenne) che conteneva ben 10 tracce:

1  L’atmosfera 2  Schiavi Di Noi 3  Assolutamente Mia 4  Mezzamerica 5  Tu Dove Sei 6  Cercherò 7  Solo 8  Tu Sei Dentro Di Me 9  Unchained Melody 10 Strada Facendo

 
E poi, all’improvviso, un ricordo si accende nella mia mente… un ricordo di quando bazzicavo nei backstage dei concerti (tranquilli che non ero un groupie, avete mai visto una mosca che fa la groupie di un musicista?)… ricordo che un bassista farneticava qualcosa sul vincitore di Operazione Trionfo e faceva vedere una fotografia… ed, infatti, vado sul suo sito e trovo, nella biografia, questa riga:

2002/ STUDIO/TV UNIVERSAL/WEA OPERAZIONE TRIONFO Mediaset

e pure sul sito di quello che all’epoca era poco più di un ragazzino (ora di strada ne ha fatta parecchia, basta spulciare il suo sito anche solo superficialmente per capirlo), in quella foto c’era pure lui… e infatti anche nel suo sito, nell’angolino infondo delle sue primissime collaborazioni, capeggia BRUNO CUOMO e questi tre titoli: Assolutamente Mia, Cercherò, Tu Sei Dentro Di Me.

E oggi cosa combina Bruno Cuomo? Boh!
Il suo sito ufficiale fa molto anni ‘90 e presenta in home page la locandina di un musical, Sangue Vivo Il primo musical su Napoli e il sangue di San Gennaro

Mentre da Facebook, dove ha solo un profilo personale, scopriamo solo che il 7 giugno era al mare ed evidentemente si depila le ascelle! …speriamo sia più fortunato di Daniele Groff e del suo piedone inciabattato! Il resto è altamente segretato dalle “rigide” policy sulla privacy del Social Network di Mark… Quindi mi tocca rimanere col grande interrogativo: Bruno, che fine hai fatto? Se ci sei, batti un colpo! P.S. Sul sito, c’è anche un numero di cellulare… proviamo a whatsapparlo?

sito web cuomo

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: