LOVE STORY: Fedez e Barbara D’Urso

fedez-d-urso

Qualche notte fa mi ha chiamato un mio amico e mi ha detto: “Mosca, ma te sai qualcosa di Fedez e della Barbara D’Urso?” ed io: “No, amico, ma ché, stanno insieme?” e lui: “Ma no, Mosca, dai un’occhiata e guarda cosa succede tra il rapper e la regina dei salotti pomeridiani!“.

Inizialmente ero un po’ perplessa, sono una Real Time-dipendente io, Enzo e Carla sono i miei guru, mica la Maria Carmela (nda vero nome di Barbara D’Urso)! Comunque mi informo…

Inizio da “Non c’è due senza trash“, mi sembra la cosa migliore… infondo se Federico ci ha scritto una canzone, qualcosa tra loro c’è. Le canzoni si dedicano agli amori finiti, alle amicizie tradite, alle delusioni… perché a noi le cose belle non ci piace sentirle in note. Noi, con la musica, vogliamo struggerci!

Diciamo che, se mi avessero dedicato una canzone così, mi sarei inc***ata di più della tizia per cui Marco Masini ha scritto Bella Stronza, ma io sono fatta così, io leggo gossip e oroscopi quotidianamente, ma poi ricordo a malapena che io sono del Capricorno e che Belen Rodriguez non cambia fidanzato da troppo tempo.

Io preferisco il web alla TV, perché il web lo fruisco quando c’ho voglia io e non quando i magnati delle radiocomunicazioni decidono che mi debba mettere sul divano con i miei occhi a palla laserizzati (l’altro ieri è stato l’anniversario della mia chirurgia refrattiva per correggere la miopia) a guardare qualcosa, quando avrei da scrivere un pezzo per All Music Italia, svolazzare su qualche nuovo e giovane fiore (o anche sul solito e vecchio, un po’ stantio) o mettermi lo smalto. E web sia!

La Barbara, comprensibilmente, non s’è data pace e, ascoltata la canzone, sfida il nostro prode Federico / Fedez (o #cosocolorato come lo chiama Gasparri):

Non mi sono assolutamente offesa per il rap su di me! Non mi offendo neanche quando mi augurano cose terribili! Fedez mi sta simpatico. Amo chi ha il coraggio di contestare. Io contesto da quando ho 18 anni. Ognuno lo fa a modo suo. Mi fa ridere, però, che lui accenda la tv e mi veda con le ‘tette al vento!’. Avrà quegli occhili speciali che fanno vedere sotto i vestiti. Insomma, Fedez mi piace e dirò di più: farei con lui il video della canzone che mi ha dedicato

Intervista al settimanale Chi

Quindi lei andrebbe da Fedez, ma Fedez non andrebbe mai da lei (e queste posizioni così tassative a me mi lasciano seriamente perplessa):

Certo, non andrei mai da Barbara D’Urso a fare l’opinionista che dice la sua sull’omicidio di una ragazzina, non andrei mai a parlare di quanto sono belli i miei capelli o come i pori della mia pelle siano splendenti. Io vado a cantare, raccontare quello che è il mio mondo.

Che poi mica ha detto che non andrebbe mai dalla nostra Barbara, ha detto che non ci andrebbe a fare salotto, ma a cantare sì, a parlare di musica sì, a parlare di cellulite e maniglie dell’amore, probabilmente no, ma del suo lavoro non ha detto di no! E neanche delle sue labbra… perché se della Barbara lui vede solo “te te te te te”, di lui, prima ancora dei tatuaggi, si vedono proprio i labbroni che probabilmente qualche amante dei canotti porta ad esempio al suo chirurgo plastico (le fa il chirurgo plastico queste cose? a me il chirurgo plastico mi ha al massimo riparato un tendine della mano e non gli ho chiesto se faceva anche le labbra…).

Alla fine io dico:

1. Fedez te la vai a cercare, non ci sono dubbi.
2. Le “te te te” della Barbara, per quanto lei cerchi di coprirle, sono straripanti. È un dato di fatto.
3. Pure le labbra di Fedez sono straripanti, quindi io proporrei un dissing tra i due sulle esondazioni.
4. Maria Carmela e Federico stanno sviluppando una forma d’amore e, indipendentemente dalla loro situazione sentimentale e propensione, propongo un tanto di moda rapporto tra cougar (la differenza tra cougar, milf e gilf è stato argomento di discussione di una pausa pranzo in ufficio, quindi credo di aver capito più o meno di cosa si tratta) e toy boy tutto colorato.
5. Se la Baby non sarà la protagonista del video, Fedez non è che vuoi me che poi andiamo insieme a Pomeriggio Cinque e io ti stringo forte forte la mano come si fa con chi ha paura di volare?

Vostra innamoratissima
La Mosca Tze Tze

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: