Gasparri & Fedez non è che infondo vi volete tanto bene?

fedez-gasparri

Non so voi, ma ormai io ho perso il conto.

Ogni tot Gasparri e Fedez si pizzicano, si lanciano frecciate e ne segue la polemica nella quale, come il prezzemolo, si ficca dentro anche J-Ax che ormai è il prezzemolino dello show biz italiano che non mi meraviglierei se, magari per il 2017, facesse un calendario seminudo in cui mettere in mostra i tatuaggi.

Ma lasciamo da parte lo zio-j-prezzemolo-ax e concentriamoci sulla questione Gasparri-Fedez. Perché ‘sti due si odiano così tanto? 

Innanzitutto non fanno lo stesso lavoro. Fedez fa il cantante, mentre Gasparri, come recita wikipedia, è un politico italiano.

Fedez è nato a Milano, Gasparri a Roma. Entrambi sono nati in grandi città italiane, ma il primo nel 1989, mentre Maurizio nel 1956. Hanno quindi trentatrè anni di differenza, quindi non stiamo parlando né di coetanei né tantomeno di persone della stessa generazione. Trentatré equivalgono a 6 lustri e un pezzettino, circa 3 generazioni di mezzo… ovvero un mondo, una vita, tutta un’altra storia.

Fedez ha quasi unmilione e ottocento mila mi piace su facebook e ottocentoquarantasei mila follower su twitter.

Maurizio Gasparri, che ha bloccato All Music Italia ma non La Mosca Tze Tze, 68500 follower su twitter e sessantumila quattrocento su facebook.

A livello di numeri social vince Fedez, senza storia… e non abbiamo neanche guardato youtube.

Ma quello che mi chiedo io, numeri a parte, che c***o gliene frega ad uno che di professione fa il politico di mettersi a fare polemica, l’ennesima, con uno che c’ha trent’anni meno di lui e di professione fa il cantante? Cioè, il politico non si dovrebbe (almeno pubblicamente) occupare di politica e passare il suo tempo a disquisire di quelle cose che a me non mi interessano affatto, quelle robe fatte di affari della pubblica amministrazione, problemi pubblici, questioni nazionali e roba pesante e noiosa del genere anziché perdere tempo a punzecchiare il ragazzetto tutto colorato?

Che poi a me internet piace una cifra, mi dà la possibilità di conoscere tante cose che ci metterei un sacco di tempo a scoprire. In pochi secondi posso fare ricerche e colmare uno dei miei tanti vuoti culturali o ludici che siano, ho accesso a (quasi) tutto, contatti con un sacco di persone che nella vita reale non avrei mai la possibilità di conoscere e con cui non avrei mai la possibilità di parlare, ma poi ci sono i social.

Non sono una psicologa, ma penso che i social siano in grado di tirare fuori il peggio di noi, peggio pure di quell’istinto primordiale che ci prende, uomini e donne, appena il mattino alle 7.30 ci mettiamo al volante della nostra utilitaria per andare in ufficio, armati del più aggressivo dito medio da sfoggiare al primo automobilista che strombazza nella nostra direzione. I social fanno cadere le barriere inibitorie più dell’alcool, non bisogna essere psicologi per capirlo, ma mentre noi, al massimo, litighiamo con la nostra compagna di banco delle elementari che non frequentiamo più dal 1986, quelli con la spunta blu di fianco al nome (quelli con l’account verificato, i famosi per intenderci) litigano tra di loro e le loro litigate finiscono su tutte le home page di tutti i portali web. Ogni volta. Come se noi blogger non aspettassimo altro che il Fedez e il Gasparri di turno facciano, di nuovo, una bella scazzottata virtuale. Per cosa? Chissenefrega!

Tanto poi Fedez-Coso-Dipinto ci ha fatto pure un disco e ne viene fuori Pop-Hoolista Coso Dipinto Edition, in onore di Maurizio Gasparri.

…mi sa che tra i due sta nascendo un sentimento, un forte sentimento di profonda stima e amicizia. Infondo. Molto infondo. Forse.

Ed io, ed io con chi posso litigare?

Vostra… Mosca Tze Tze


Aggiornamento aggiornamento!!!

Gasparri compra il CD di Fedez!!!!

gasparri-fedez-cd

 

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: