CARLO CONTI tu hai portato CRISTINA D’AVENA a Sanremo, ma chi ha avuto l’idea?

Cristina D'Avena, Carlo Conti, Massimiliano Longo

Carlo Carlo Conti, chiariamo un paio di cose, giusto per essere corretti…

Se Cristina D’Avena nel 2016 è andata al Festival di Sanremo è merito di tre fattori:

1) l’idea (del nostro Direttore)
2) il supporto popolare (quello del web che ha sostenuto la petizione lanciata da All Music Italia)
3) chi aveva il potere di mettere in atto l’idea, cioè tu.

vittoria confermata

BASTA, sarò solo una mosca fastidiosa, ma anche la mia pazienza ha un limite! Ora vi spiego il motivo.

Lo scorso venerdì, durante Tale e Quale Show e dopo l’esibizione di Annalisa Minetti che ha interpretato Cristina D’AvenaCarlo Conti ha affermato per l’ennesima volta di aver avuto l’idea di invitare la cantante al suo Sanremo 2016. NO!

Io ho avuto l’onore e l’idea di invitarla al festival di Sanremo 2016

(su RaiPlay 4’12” potete ascoltare Carlo Conti mentre lo dice).

Non se ne può più che da quasi un anno gli altri si prendano meriti non propri.
L’idea che oggi, alla luce del successo di Duets (ultimo album di Cristina), appare quasi scontata, non l’ha avuta Carlo Conti, né altri prima di lui. Nessuno sembrava aver intuito il potenziale della presenza della D’Avena, l’unica cantante ad aver fatto cantare davvero tutta Italia, al Festival. Ma l’avuta #IlMioAmicoDirettoreDiAllMusicItalia Massimiliano Longo, uno che di idee ne ha sempre tante (anche troppe, a dire il vero)… è quasi difficile stagli dietro… idee che spesso, come in questo caso, non gli vengono riconosciute.

E infatti dal palco dell’Ariston Carletto ha ringraziato (e invitato) una radio che, solo a seguito del lancio della nostra petizione, ha sposato l’idea, senza nemmeno citarci (e quelli di Rockol, Dio li benedica, questa cosa l’hanno sottolineata in un articolo, eccolo).

L’idea non l’ha avuta proprio quella radio, visto che la petizione il nostro Direttore  l’aveva già lanciata il 12 gennaio 2015 (leggi qui) affermando “se tutti cantano Sanremo, c’è solo una cantante che fa cantare tutta Italia… Cristina D’Avena“.

L’idea l’ha avuta lui, Massimiliano Longo. E senza il supporto del popolo del web, di tutti quelli che per quella petizione hanno votato, sarebbe stata inutile. Ma da parte di Carlo Conti, negli anni, nemmeno una parola… e tutto ciò è poco carino, perché si adegua ad un trend molto in voga nel nostro paese: non lasciare spazio alle nuove realtà e di non riconoscerne le intuizioni e, in piccola parte, di usare il mezzo di comunicazione più potente, la tv, per distorcere la realtà o dare versioni non correte dei fatti.

Il Carletto più abbronzato d’Italia ce l’ha portata a cantare Lady Oscar & C., ma non ha avuto lui l’idea.

Non ci credete ancora? Lo dimostra anche il video di ringraziamento che ci ha mandato Cristina all’indomani della sua esibizione al festival.

Noi prima o poi vorremmo vederla in gara. Perché i numeri li ha. Perché l’esperienza, la gavetta e quel che serve per salire sul palco ce l’ha molto più di tanti alti che ci vanno.
Noi vorremmo vederla lì.

E voi, futuri Carlo di Sanremo, se un giorno Cristina al Festival presenterà una sua canzone, non dite che l’idea l’ha avuta una qualsiasi radio o testata storica. Perché il web oggi è la fonte principale di informazioni.
Il web è vivo e in continuo fermento.

Ognuno di noi è il web e può alimentarlo. E questo va riconosciuto sempre.

Non come fanno quei cantanti che alle presentazioni dei dischi nemmeno invitano chi non è TV o carta stampata dimenticandosi che quello è scritto sul web rimane per sempre.

Vostra (un po’ arrabbiata, ma più delusa)
Mosca Tze Tze

CRISTINA D’AVENA – PETIZIONE PER SANREMO

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: