BIANCA ATZEI: sei stata la prima, ma “insieme a te non ci sto più”

BIANCA ATZEI

Ero sicura della mia decisione: non avrei mai più scritto di Bianca Atzei.

Ma ci sono ricascata.

Tutta colpa del mio nuovo amico Daniele, quello senza ironia che ha passato parte della scorsa settimana a commentare il mio articolo su Elisa (leggi qui) e che mi dice che gli animali non si comprano, ma si adottano… boh, io quando pago qualcosa, lo compro. Mica il supermercato mi fa adottare le patate! Allo stesso modo, gli allevamenti gli animali il vendono, quindi i clienti li comprano… diverso è il caso di canili, gattili & C.

Ma che c’entra con Bianca Atzei? Niente direi… non so niente del suo rapporto con i pet, ma so tutto su tutti i suoi duetti.

Perché se io con le mie richieste di featuring ci scherzo, visto che non ho alcuna ambizione canterina (l’unico featuring io lo faccio al karaoke col #MioAmicoDirettoreDiAllMusicItaliaMassimilianoLongo sulle note di Vaffanculo di Marco Masini e ci viene pure bene… o meglio, ci veniva bene da giovani, ora arriviamo alla fine col fiatone), lei invece ci fa sul serio.

Cito un post copiato da Facebook:

Allora ora…
Bianca Atzei dopo tanti duetti sarà nei dischi di: Loredana Berté, Ron e Gianluca Grignani dopo quelli di D’Alessio, Tazenda e J-Ax (e qualcuno lo scordo di sicuro…)
Lo posso dire chiaramente che dubito che gli artisti italiani si siano accorti di un grande talento vocale ed il pubblico invece no?
E dai su…..

Perché diciamola tutta, non è che la Bianca venda chissà che. Ok che non vende nessuno, ma i suoi risultati, se paragonati alle spinte ricevute, sono decisamente bassi. È il famoso rapporto costi/benefici, qualità/prezzo, investimenti risultati… nella matrice BCG (quella del Boston Consulting Group con la quale ci hanno riempito la testa negli anni universitari a tutti noi ex studenti di Economia [ennesima dimostrazione che non ho ambizioni musicali]) lei sarebbe un question mark. Un bel punto di domanda fatto di alti investimenti e bassa quota di mercato… che sarebbe meglio essere dei cani che almeno scontano i bassi investimenti!

BCG_Matrix

Ma ripercorriamo la vita artistica di Bianca Atzei.

Innanzitutto Bianca si chiama Veronica… Veronica alle nostre cantanti non piace come nome, visto che anche Noemi, al secolo Veronica Scopelliti, ha cambiato nome.

Il suo primo album, Bianco e Nero, è datato solo 2015 ed è stato pubblicato dopo la sua partecipazione a Sanremo nella categoria Campioni. “Perché una debuttante ha partecipato tra i big?” è una domanda nota e la risposta, nonostante sia passato più di un anno, ancora non la so, ma a mia discolpa c’è da dire che non ho mai letto il Regolamento del Festival. Comunque, prima di quella data, Veronica aveva pubblicato tanti singoli e, soprattutto, aveva realizzato parecchi duetti:

2012 – La gelosia (con Kekko Silvestre)
2013 – Fino in fondo (con Niccolò Agliardi)
2013 – Ti porto al mare (con Gianni Morandi)
2014 – Non è vero mai (con Alex Britti)

La strada intrapresa continua sia durante, sia dopo il Festival:

2015 – Ciao amore, ciao (con Alex Britti) cantata anche alla serata delle cover
2015 – No potho reposare (con i Tazenda)
2015 – Torna a Surriento (con Gigi D’Alessio)
2015 – Intro (con J-Ax)
2016 – Per questa notte che cade giù (con Ron)
2016 – Così ti scrivo (con Loredana Bertè)
2016 – collaborazione nel nuovo disco di Gianluca Grignani

Sapete chi mi viene in mente? Il Massimo Di Cataldo degli anni ’90.
Quando lui uscì, infatti, fu spinto in maniera piuttosto decisa dal suo entourage. Massimo esordì nel 1994 e, l’anno successivo, pubblicò il suo primo album che vedeva già importanti collaborazioni (all’epoca i featuring si facevano solo nel mondo rap che iniziavamo a chiamare hip hop): Eros Ramazzotti, Renato Zero ed Enrico Ruggeri, oltre a Se tu non ci fossi con Manù per il film Disney Pocahontas. Nel disco successivo arriva la collaborazione con Youssou N’Dour (per la precisione, visto che i miei lettori sono dei pignoletti da paura, il duetto con Youssou N’Dour è nella ristampa di Anime).
Nonostante ciò, dopo i primi anni di buoni successi, la carriera di Massimo Di Cataldo non si è mai consolidata al punto che il suo ultimo album in studio risale a 7 anni fa.

Nella mia ricerca disperata di un duetto, con Bianca Atzei non lo voglio più fare… insieme a te non ci sto più… nonostante tu sia stata la prima per me!

Vostra
Mosca Tze Tze

 

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: