Lo Stato Sociale al Premio Tenco 2018: “Ci siamo limitati a fare quello che ci viene meglio!”

Lo Stato Sociale

Il 2018 è stato l’anno della consacrazione de Lo Stato Sociale. Il Festival di Sanremo ha permesso alla band di farsi conoscere conquistando una fascia di pubblico più ampia rispetto al passato, ma senza tradire la propria musica e i propri ideali artistici legati anche a tematiche sociali.

Non tutti ricordano che lo scorso mese di dicembre, pochi giorni dopo l’annuncio della loro partecipazione al Festival di Sanremo 2018 al quale poi si sarebbero classificati al secondo posto con Una Vita in Vacanza, pubblicarono il singolo Socialismo Tropicale, in cui trattarono il delicato tema delle correnti migratorie ricordando in le vittime della tragedia di Portopalo del 1996. (Qui il nostro articolo). In occasione dell’uscita del brano dichiararono: “È forse la prima strage di migranti nel Mediterraneo. Da allora hanno perso la vita oltre 30mila persone cercando di raggiungere il nostro paese. I recenti accordi UE-Italia-Libia non fanno altro che spostare il confine sulla costa nord africana dove ora gli uomini che tentano di muoversi attraverso i continenti vengono vessati in condizioni disumane e addirittura battuti all’asta come schiavi. Questa canzone parla di confini e della voglia di abbatterli per un mondo migliore.

VIDEOINTERVISTA A LO STATO SOCIALE

Abbiamo incontrato Lo Stato Sociale poco prima dell’esibizione sul Palco dell’Ariston e con loro abbiamo ripercorso un anno vissuto a velocità folle, ma che ha regalato alla band un importante riconoscimento, testimonianza della bontà del lavoro svolto finora. Aspettando il 2019 e magari… lo Stadio Dall’Ara… Sognare non è vietato! Nel frattempo Lodo Guenzi si prepara a sedersi dietro la scrivania nell’inedito ruolo di Giudice di X Factor e la band a uscire il 31 ottobre con il romanzo a fumetti Andrea (Feltrinelli Comics) realizzato insieme al disegnatore Luca Genovese (ne abbiamo parlato Qui)

Foto dai Social de Lo Stato Sociale

 

 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali