Intervista SOGNANDO SANREMO: GIULIA PRATELLI

sognando_sanremo_giulia_pratelli

Continuano le nostre interviste lampo ai 100 finalisti che da Area Sanremo e tramite il regolamento Rai si contendono gli 8 posti da concorrenti a Sanremo Giovani 2015.
Oggi è la volta di una dei 40 finalisti di Area Sanremo, una giovane cantautrice toscana con già diverse esperienze e collaborazioni importanti raggiunte: parliamo di Giulia Pratelli.

Giulia inizia a studiare canto all’età di 14 anni presso l’Accademia Musicale Toscana di Pontedera e negli anni successivi frequenta diversi corsi sia di canto che di chitarra, iniziando a comporre brani, scrivendo testi e musiche, presentandosi quindi come cantautrice.

Tanti i concorsi a cui prende parte, con buoni risultati: nel 2008 ottiene il primo posto al Premio Castelletto e nel 2009 stesso esito al Festival di Ghedi. Nel 2011 partecipa al concorso I Rumors organizzato da Toscana Musiche e si classifica fra i 5 vincitori entrando nella compilation della manifestazione con due brani: Una margherita viola e Davanti a un caffè, per l’occasione ri-arrangiati con la direzione artistica e la partecipazione del contrabbassista Ferruccio Spinetti (Musica Nuda, Avion Travel).

Nell’estate 2009 estate 2009 viene scelta come supporter del tour di Gatto Panceri e nello stesso periodo inizia una collaborazione artistica con il musicista, arrangiatore e produttore Valter Vincenti, sotto la cui direzione artistica registra il suo primo album Via!, pubblicato nel 2012 per l’etichetta Rosso di Sera, con distribuzione EMI.

La pubblicazione dell’album segna l’inizio della collaborazione con il produttore Alfredo Saitto, che porterà poi Giulia nella scuderia dell’etichetta Joe&Joe di Marco Poggioni.

Escono nel 2013 i primi due singoli ufficiali della nuova produzione discografica: Piccole donne, pubblicato l’8 marzo e donato alla cantante da Grazia Di Michele, e Cartoline, scritto dalla stessa Giulia. Segue la collaborazione con Marco Masini che la sceglie come ospite del suo tour La mia storia… piano e voce.

Nel gennaio di quest’anno pubblica una versione di Ah che sarà, a cui segue l’approdo, quasi per caso, all’EdicolaFiore di Fiorello, che la accoglie facendola esibire con le sue canzoni davanti a grandi nomi della musica italiana e dello spettacolo, come Francesco De Gregori, Gaetano Curreri, Paola Cortellesi.

Continuano le collaborazioni e nel luglio 2014 viene pubblicato il singolo Scegli il meglio, che porta le firme di due grandi della canzone italiana: Enrico Ruggeri e Luigi Schiavone. Il brano è presentato in featuring con i Violapolvere, un gruppo pop-rock romano, con il quale Giulia è legata da un rapporto di amicizia e ha all’attivo altre collaborazioni.

giuliapratelli

INTERVISTA A GIULIA PRATELLI

Con quale spirito affronti quest’ultima selezione che ti separa dal palco di Sanremo? Cosa potrebbe darti quel palco?

Con lo stesso spirito di sempre: cercando di dare il massimo! Quel palco rappresenta sicuramente un momento importante per tutti gli artisti che hanno avuto e avranno l’opportunità di calcarlo…

Come si chiama e di cosa parla il tuo brano di Sanremo? Chi lo ha scritto?

È un brano di cui ho scritto sia il testo che musica! Il resto? Sorpresa!

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi porteresti con te su quel palco?

Indipendentemente dall’occasione specifica, ci sono tantissimi artisti con cui mi piacerebbe poter duettare! Il “sogno proibito” è sicuramente Ivano Fossati!

Conosci qualcuno degli altri candidati? se sì, chi ritroveresti con piacere sul palco dell’Ariston?

Tra tutti i ragazzi che condividono con me questa esperienza, la persona a cui sono più legata è Stefano Gelmini. Sono anni che ci conosciamo e abbiamo condiviso belle esperienze… È sempre un piacere ritrovarsi in occasioni musicali e non!

Tra i giovani che sono passati negli ultimi 10 anni al Festival chi ti è rimasto nel cuore?

I primi che mi vengono a mente sono Malika Ayane e i Negramaro… E poi non posso non pensare a Silvia Aprile, con cui ho condiviso delle bellissime mattine all’Edicolafiore e che stimo molto artisticamente e personalmente!

Come passerai la sera prima dell’audizione?

E chi lo sa… Probabilmente cercherò di riposare bene! :)

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: