Intervista SOGNANDO SANREMO: DANIELE CINTO

danielecinto

Si conclude quest’oggi la serie di interviste lampo con alcuni dei cantanti che si giocano un posto nella sezione giovani del Festival di Sanremo scelti tra i 40 finalisti di Area Sanremo e i 60 finalisti del regolamento Rai. Vi ricordiamo che sei degli otto posti saranno assegnati dalla Commissione Rai entro il 3 dicembre (le selezioni si svolgeranno il 1° dicembre), i restanti due verranno selezioni il 4 dicembre tra gli otto vincitori di Area Sanremo. Sei domande dirette, le stesse per tutti i candidati per scoprire qualcosa di più sul loro mondo e sui loro sogni.

Chiudiamo il cerchio con Daniele Cinto.

A&R presso Morgue Play Records, facente parte del Gruppo Editoriale Ipnotika, Direttore Creativo presso Mad Movie nella produzione di Videoclip e Cortometraggi, chitarrista, cantante, autore, compositore e arrangiatore, Daniele Cinto nasce a Latina il 16 Giugno 1986.

Ha esperienza di Palcoscenico come “Presentatore e Animatore”, ha esperienza tecnica come Sound Engineering e come Session Man nel “Recording Studio” attraverso l’utilizzazione di DAW moderne e strumenti di registrazione finalizzati alla realizzazione di canzoni di musica pop-rock, elettronico, dance, gingle commerciali, musiche televisive e di videogames, colonne sonore.

Dal 2005 ad oggi ha collaborato con le etichette discografiche Gps produzioni e Arancia Records per l’uscita del singolo Quello che fai tu, remake del famoso brano dei The Wonders That Things you do; Don’t call me Records per l’uscita del singolo I love you, Elvis Presley e “Nascosta nella Mente; McMusic per l’uscita del singolo Maledetta Te facente parte della Compilation IAS, giovani emergenti di Sanremo.

Da ottobre 2013 è direttore Artistico presso l’etichetta discografica MorguePlay Records, con la quale ha prodotto e pubblicato i suoi singoli.

Attualmente Daniele lavora come chitarrista-turnista e come cantante-chitarrista in diverse Band di musica originale e non solo, tra cui Daniele Cinto Official, One con i Ragazzi di The Voice 2014, Gianmarco Sgro, Fight Club, SuperTelePop, Supermarket, Andrea Gregori, Doctor Duran, Humana.

28475_392343912406_2287892_n

INTERVISTA A DANIELE CINTO

Con quale spirito affronti quest’ultima selezione che ti separa dal palco di Sanremo? Cosa potrebbe darti quel palco?

Queste ultime selezioni cerco di affrontarle con lo spirito giusto, sono momenti emozionanti, soprattutto perchè da questa esibizione potrebbe delinearsi un futuro diverso per la carriera di ogni artista qui dentro, perciò l unica cosa che si può fare è caricarsi e cercare di dare il massimo.

Come si chiama e di cosa parla il tuo brano di Sanremo? Chi lo ha scritto?

Il mio brano si chiama “Questo mio profondo male“, è un brano che con una frizzante ironia cerca di affrontare il delicato problema della sanità in Italia. Di questo brano sono autore, compositore e arrangiatore.

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi porteresti con te su quel palco?

A questa domanda non ho mai pensato e sinceramente adesso non saprei rispondere. Sicuramente porterei la mia Band. Sono sempre stato abituato a suonare con la Band e in quel momento non vorrei altro che essere accompagnato dai miei amici musicisti più stretti.

Conosci qualcuno degli altri candidati? se sì, chi ritroveresti con piacere sul palco dell’Ariston?

Si conoscevo già alcuni dei candidati, e molti li ho conosciuti in sala di attesa tra un’esibizione e l’altra. Il clima era meraviglioso, c’era grande solidarietà tra di noi anche se eravamo tutti in competizione. Tra tutti mi piacerebbe ritrovare sul palco Amara, un’artista completa e una persona fantastica a cui auguro il meglio.

Tra i giovani che sono passati negli ultimi 10 anni al Festival chi ti è rimasto nel cuore?

Tra i giovani posso ricordare con Piacere Rubino, Simona Molinari, tutti artisti che valgono e sono diventati dei Big.

Come passerai la sera prima dell’audizione?

La sera prima della esibizione la passerò sicuramente in Hotel in tranquillità.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: