SOGNANDO SANREMO: intervista a CHIARA FILOMENI

Image-1

Prosegue la nostra cavalcata con una serie di brevi interviste per presentarvi i giovani artisti che sono ad un passo dal traguardo di Sanremo Giovani 2016: 6 verranno scelti nel corso della diretta Tv di venerdì 27 novembre su Rai1, stessa occasione nella quale scopriremo i 2 nomi selezionati dalla stessa commissione all’interno degli 8 vincitori di Area Sanremo.

Tra questi troviamo Chiara Filomeni, che si candida ad essere tra i due concorrenti scelti da questa rosa con il brano Le Buoni Ragioni, pezzo confezionato su misura per lei dalle abili mani di Zibba, apprezzato cantautore nonché eccellenza autorale della nuova generazione musicale, in forza alla scuderia Warner.

Ecco l’intervista a Chiara.

filomeni

INTERVISTA a CHIARA FILOMENI

Venerdì sapremo se sarà il tuo uno dei 2 nomi tra gli 8 vincitori di Area Sanremo a salire sul palco dell’Ariston a febbraio. Il tutto con il tuo pezzo Le Buone Ragioni. Mi parli della canzone?

Il brano è stato scritto a quattro mani. E’ nato tutto come una seduta dallo psicologo sul divano rosso di Zibba e lui prendeva appunti. Questa canzone sicuramente parla di me, ma prima di tutto è un dialogo tra due persone diverse con una propria visione del mondo. Ciò che li unisce è quella tempesta che tutti noi viviamo almeno una volta, “ma forse due tempeste fanno un giorno di sole”. Le buone ragioni? Quelle che ci aiutano a superare solitudine e abitudine, perché in fondo “qui non è poi così male”.

Il pezzo è accompagnato da un video molto vivace e colorato. Mi racconti la genesi di questa clip?

Il video è una rottura dell’illusione scenica, una scelta volutamente teatrale. Chiacchierando con i miei amici registi, ci siamo chiesti cosa comunicare, lasciando spazio anche a una libera interpretazione. Tutti quei colori vivi non sono altro che la rappresentazione del “mondo rosa” in cui mi piace vivere. Devo ammettere che il risultato ci ha soddisfatti.

CHIARA FILOMENI – LE BUONE RAGIONI – VIDEO

Qual è il ricordo più forte che ti è rimasto del percorso che hai vissuto ad Area Sanremo?

Di certo aver avuto l’occasione di ascoltare personaggi come Ivano Fossati, Mauro Pagani e tantissimi altri dello stesso calibro, che ci hanno trasmesso quella passione che tutt’ora loro mettono nel loro lavoro. Un’esperienza che rifarei da capo senza cambiare nulla. Che mi ha fatto conoscere tanti ragazzi pieni di talento, con i quali sono rimasta in contatto e che non perdono occasione di supportarmi e inviarmi i loro “in bocca al lupo” con una sincerità che mi riempie il cuore.

Nel caso arrivassi a Sanremo, se ci fosse la possibilità – come per i big – di salire sul palco con un ospite, quale sarebbe il tuo sogno?

Sarei combattuta tra i due artisti a cui sono più legata. Tiziano Ferro, che seguo da sempre e che è stato il primo concerto a cui ho assistito. Francesco Renga, perché con il suo brano Angelo mi sono esibita per la prima volta nella mia vita davanti a un pubblico, pezzo con cui tra l’altro vinse proprio il Festival di Sanremo nel 2005.

Come passerai la serata di giovedì, vigilia del grande verdetto?

Sarò a Sanremo con la mia famiglia, che mi raggiungerà in occasione della serata conclusiva del 27 Novembre, pronta in un caso o nell’altro a quella che sarà la decisione della commissione. Sono serena e tengo stretto il bagaglio positivo che questa esperienza mi ha regalato…

CHI È CHIARA FILOMENI

Chiara Filomeni nasce a Fermo il 9 dicembre 1995. All’età di otto anni si esibisce per la prima volta al Teatro dell’Aquila di Fermo; a dodici si assicura un attestato di merito partecipando alla Finale Nazionale “categoria Giovani” del Videofestival Live edizione 2007. Nel 2013 è finalista al premio canoro Cet Mogol e il 19 luglio dello stesso anno è tra i 12 partecipanti della finalissima di Castrocaro, in diretta su Rai 1. Si esibisce cantando il brano L’uomo in frack di Domenico Modugno e presenta qui il suo primo brano inedito: Brillano.

Questa esperienza le permette di aprire il concerto di Alexia a Monte San Giusto l’8 settembre 2013. Dal 2014 partecipa all’iniziativa Omaggio a Lucio Battisti, organizzata dai Musicanti del Fermano in collaborazione con la Croce Azzurra. Oggi é studentessa, membro del coro ufficiale della Cattolica di Milano e lavora con dedizione alla sua carriera da cantante che potrebbe spiccare il volo proprio dal percorso legato a Sanremo 2016.

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: