INTERVISTA DOPPIA a REW e SLEEPY vincitori dell’ARBRE MAGIQUE® Freestyle Contest agli HIP HOP B-DAY PARTY

Premiazione 3

Lo scorso 29 settembre al Mediolanum Forum di Assago, si è svolta la settima edizione degli Hip Hop B-day Party, l’evento che ha raccolto in una sola serata tutto il meglio della musica rap italiana.
Quest’anno, grazie ad Arbre Magique®, che ha organizzato ARBRE MAGIQUE® Freestyle Contest (ne abbiamo parlato qui), due giovani leve del free style italiano hanno avuto l’onore di calcare quel palcoscenico ed esibirsi di fronte ad oltre 10.000 persone: Roberto Chetti in arte Rew e Ippazio Ricciuto in arte Sleepy.

All Music Italia, da sempre in prima linea al fianco di manifestazioni che sostengono la musica emergente, ha voluto realizzare un’intervista doppia con i due vincitori proprio nel giorno in cui la manifestazione viene trasmessa in tv

Le regole per partecipare all’ARBRE MAGIQUE® Freestyle Contest, erano molto semplici:
essere maggiorenni, collegarsi alla pagina web dedicata al concorso e inserire i propri dati unitamente al video amatoriale di un’esibizione di freestyle, copiando il link della propria clip precedentemente caricata su YouTube o su qualsiasi piattaforma similare di video sharing. Sperando che l’azienda decida di rinnovare questa importante opportunità l’anno prossimo, vi ricordiamo che stasera alle ore 20 la settima edizione degli Hip Hop B-Day Party saranno trasmessi su Hip Hop Tv e disponibili anche Sky on Demand e Sky go.

VincitoriFreestyle Contest

Partiamo con le domande…

Partiamo dall’inizio per tutti quelli che non ti conoscono. Come hai iniziato la tua carriera e quali sono state le esperienze più significative nel mondo della musica?

REW:
Ho iniziato a fare freestyle molto presto, era il 2005, dopo aver visto 8mile, il film sulla vita Eminem. All’epoca io e il mio socio Shade eravamo i “diversi”, quelli con i pantaloni larghi che ascoltano musica incomprensibile. Mi ricordo di una battle di freestyle 2 vs 2 a Torino, io e Shade contro Emis Killa e Fedez. Era il 2006. Ora manco solo io all’appello dei “big”!

SLEEPY
Ho iniziato a fare rap a 14 anni grazie ad una jam organizzata nel mio paese dove ho potuto ascoltare per la prima volta dal vivo un artista come Kaos One, uno dei miei artisti old school preferiti e fonte d’ispirazione per tanti anni. Anche se mi diletto a fare hiphop da 10 anni, ho iniziato ad espormi al pubblico solo da sei mesi, sia come solista sia nel mio gruppo (Fuori sistema). Come solista ho già pubblicato un ep (L’Ultimo sopravvissuto), mentre come gruppo stiamo lavorando per l’uscita del primo ep.

Non avevo mai partecipato ad un contest di freestyle, ma quello di Arbre Magique mi “profumava”, così ho caricato il video. Ho vinto e ho avuto l’onore di cantare per la prima volta di fronte a un pubblico di 10000 persone.

Da cosa nasce il tuo nome d’arte?

REW:
Ecco la domanda che non vorrei mai che mi venisse fatta! Ah ah ah
In realtà non c’è un motivo: mi piaceva l’-andare avanti- ma non potevo chiamarmi FFWD, allora mi sono detto “se non possiamo andare avanti, torniamo indietro”, allora ho scelto REW, pronunciato REV.

Rew uno dei due vincitori

SLEEPY:
Come un po’ per tutti gli artisti, questo nome mi è stato “appioppato”, nel mio caso, dal mio gruppo di breaking Last Alive (campioni d’Italia 2015). Il motivo? Perché dormirei ovunque! Quando ho sonno sono in grado di dormire anche in piedi senza problemi.

Come sei venuto a conoscenza e come è nata la voglia di partecipare al Concorso di Arbre Magique agli Hip Hop Tv Days?

REW:
Mi piace seguire i web-contest e tenermi informato sul livello musicale dei giovanissimi, quindi faccio sempre delle ricerche. Poi quando ho visto il Freestyle Contest Arbre Magique ho pensato di partecipare, sperando di vincere qualche alberello!

SLEEEPY:
Un mio amico mi ha postato su Facebook l’evento e l’idea mi è piaciuta subito, considerando che avrei potuto conoscere da vicino l’ambiente hiphop italiano che conta.

Come è stata l’esperienza di quel giorno ? Hai qualche ricordo o aneddoto in particolare?

REW:
Esperienza fantastica!
Come aneddoto divertente ricordo che avevano chiesto a me e Sleepy di non insultarci, ma di fare solo freestyle, senza battaglia. Siamo durati 30 secondi senza insultarci!

SLEEPY:
Ricordo che ero molto teso, perché era la prima volta che mi esibivo davanti ad un pubblico così numeroso e per lo più in una battle di freestyle, quindi di improvvisazione. Però quando sono salito sul palco non volevo più scendere: ho provato un’emozione e un’adrenalina uniche e in quel momento ho capito che nella vita voglio fare il rapper.

Sleepy uno dei due vincitori

Quel giorno c’era tutto il gotha del rap italiano. A chi hai voluto stringere la mano o farci un selfie?

REW:
Non sono un amante delle “foto con…”. Mi sarebbe piaciuto stringere la mano a tutti quelli a cui poi effettivamente ho stretto la mano. Su tutti Clementino e Bassi Maestro.

SLEEPY:
Ho conosciuto un po’ tutti, ma non ho fatto selfie e chiesto autografi a nessuno, dato che voglio arrivare ad essere uno di loro. Però ricordo lo sguardo che mi ha lanciato Salmo e non ho potuto non sbilanciarmi dicendogli che è un grande!

Cosa ti aspetti adesso? Che progetti hai?

REW:
Spero di riuscire a completare il mio Ep e nel frattempo continuo a lavorare insieme ai Drops To Zero e a DIPA nel nostro studio di Torino come direttore artistico. Potete trovare tutto quello che facciamo nel nostro sito www.rkhstudio.com

SLEEPY:
Aspetto solo che arrivi il tempo della raccolta ed intanto continuo a seminare.

I vincitori durante l'esibizione

Si ringrazia per la collaborazione Elena La Danza

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: