Eurovision 2018: Videointerviste a Eye Cue (FYR Macedonia), Ethno-Jazz Band Iriao (Georgia), Sennek (Belgio)

Eurovision 2018

Manca sempre meno alla finale dell’Eurovision 2018. Un’edizione che ha permesso di scoprire il Portogallo, le sue peculiarità e le contraddizioni tipiche di molti paesi affacciati sul mare.

Prosegue il nostro percorso di interviste agli artisti partecipanti alla manifestazione eurofestivaliera.

VIDEOINTERVISTA A EYE CUE (FYR MACEDONIA)

Dopo aver provato senza successo a partecipare nel 1996, la Repubblica Yugoslava di Macedonia entra ufficialmente nell’Eurovision Family nel 1998, raggiungendo il miglior piazzamento nel 2006, con un buon 12° posto. Dopo l’introduzione della formula con 3 serate, i rappresentanti macedoni non sono più riusciti a raggiungere la finale.

La selezione interna quest’anno ha scelto il duo degli Eye Cue, portando nuovamente un genere diverso sul palco dell’Eurovision. Bojan Trajkovski e Marija Ivanovska sono in attività da ben 11 anni, ma la loro proposta non è riuscita a superare la semifinale.

VIDEOINTERVISTA A ETHNO-JAZZ BAND IRIAO (GEORGIA)

Il paese che ha ospitato l’ultimo Junior Eurovision Song Contest, la versione per ragazzi dai 9 ai 14 anni dell’ESC, ha partecipato solamente 11 volte a partire dal 2007. In 7 occasioni ha raggiunto la finale, auto-escludendosi nel 2009 quando l’EBU chiese di riscrivere il testo riferito al Premier russo Vladimir Putin.

Questa volta hanno tentato di entrare per la 3° volta in top ten con la Ethno-Jazz Band Iriao, anche se non hanno superato la semifinale. Ma l’obiettivo era quello di mostrare all’Europa e al mondo il motivo per cui l’Unesco ha reso la musica Georgiana patrimonio intangibile dell’umanità.

Ecco la nostra intervista appassionata con George Abashidze e Mikheil Javakhishvili, due dei componenti della band.

Leggi anche:  Intervista ad Antonio Vandoni: 30 anni passati al fianco della musica italiana

VIDEOINTERVISTA A SENNEK (BELGIO)

Tra i paesi eurovisivi, il Belgio è quello che ultimamente, pur cambiando spesso la sfumatura di pop che presenta, colpisce al cuore anche le radio nostrane con un sound molto pop. È anche uno dei paesi che ha partecipato a quasi tutte le 63 edizioni del Contest, saltando solamente il 1994, il 1997 e il 2001.

Dopo la voce profonda di Blanche nel 2017, quest’anno ci presentano Sennek, giovane designer con la passione per la musica.

Foto di Andres Putting – EBU


 

 

 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali