Intervista a Bebo de Lo Stato Sociale sull’innovativa graphic novel “Andrea”

Andrea

Già nelle scorse settimane vi abbiamo parlato di Andrea, l’innovativa graphic novel alla quale Lo Stato Sociale ha lavorato in collaborazione con Luca Genovese (Qui il nostro articolo).

Un progetto che verrà presentato in giro per l’Italia in una serie di tappe che prenderanno il via il 31 ottobre da Lucca e che mostra la capacità della band di cambiare spesso pelle e di confrontarsi con diversi generi artistici, non necessariamente musicali.

Quindi, dopo un Festival di Sanremo chiuso al secondo posto, il Concertone del Primo Maggio, un lungo tour, la partecipazione al Premio Tenco, è il momento di presentare un progetto differente, ma che mette ulteriormente in risalto le caratteristiche della band.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Bebo, il quale ci ha raccontato la genesi del progetto e alcune curiosità.

Andrea

INTERVISTA A BEBO DE LO STATO SOCIALE

Ciao Bebo. Come mai avete deciso di lavorare su una graphic novel?

In realtà tutto è nato per puro caso. Avevo in mano questa sinossi e ne abbiamo parlato tra noi. Alby ci vedeva più un racconto breve, ma poi ho incontrato Luca Genovese, che già conoscevo come fumettista, e gli ho proposto di lavorare assieme. Ci siamo trovati bene le siamo andati avanti fino a quando abbiamo realizzato il nostro progetto.

Il punto focale di Andrea è il bar, inteso come punto d’incontro, ma non solo. Come mai avete scelto proprio questo tipo di spazio?

Il bar è una buona finestra sul mondo e ne siamo convinti sia io che Luca. E’ uno specchio di quello che succede attorno. Il bar è un luogo dove ritrovarsi e dove si possono incrociare le diverse esperienze.

Chi è Andrea? Come potresti definirlo?

Andrea è una persona che oserei definire come tanti. In lui c’è la vita quotidiana di molti di noi. Lui ha bisogno di provare quella normalità che non è così semplice da raggiungere. Andrea ci prova a suo modo senza spaccare tutto come sarebbe logico fare! Cerca di liberarsi in anticipo senza riuscirci, proprio come succede nella realtà. E quindi nella sua ricerca della felicità cerca di mettere a posto il passato che è rimasto irrisolto.

La volontà di Andrea è quella di fuggire dalla propria vita. Questo concetto a quale vostro brano può legarsi?

Sai, sono veramente tante le tematiche dentro al fumetto. Ogni cosa è rappresentata al meglio e ogni aspetto può legarsi a un brano, ma non si può trovare un solo brano che può descrivere l’intero progetto.

Quali sono le vostre aspettative?

Vorremmo che Andrea piaccia a tanti dal punto di vista artistico. Per quanto riguarda la morale, io e Luca ci siamo interrogati molto su quello che avremmo voluto dire e fare. Così abbiamo deciso di non spingere troppo l’acceleratore sulla morale e di non imbeccare il lettore. Andrea porta un messaggio libero. E’ una storia dritta, ma non una storia facile. Ognuno può portarsi a casa quello che gli serve.

Qual è il punto di incontro a livello di linguaggio tra la musica e il l fumetto?

Punto di incontro… il bar!!! E’ difficile, anche perché sono due linguaggi che hanno tanto in comune, ma principalmente sono legati falle persone che lo fanno!

Andrea

ANDREA – LE DATE DEL TOUR DI PRESENTAZIONE

31/10 Lucca Comics & Games, Teatro del Giglio, ore 21:30
1/11 – 5/11 Lucca Comics & Games
5/11 Roma, laFeltrinelli via Appia 427, ore 18.00
6/11 Bologna, Biblioteca Salaborsa, ore 21.30 *Accesso gratuito tramite prenotazione disponibile qui
7/11 Padova, laFeltrinelli, via San Francesco 7, ore 18.00
8/11 Genova, laFeltrinelli, via Ceccardi 18, ore 18.30
10/11 Pescara, #FLA Festival di Libri e Altrecose, Teatro Massimo, ore 18:30
11/11 Bari laFeltrinelli via Melo da Bari 119, ore 18.30
12/11 Lecce laFeltrinelli via Templari 9, ore 18.30
13/11 Napoli laFeltrinelli, piazza dei Martiri, ore 18.00
16/11 Milano, Bookcity Milano, ore 14:00, la Triennale
17/11 Cuneo, Scrittorincittà, Cuneo ore 15:00, open baladin

Foto dai Social de Lo Stato Sociale

 

Prezzo: EUR 13,60
Da: EUR 16,00
Prezzo: EUR 9,99

 

  Musicista, speaker e direttore artistico di Radio Due Laghi e collaboratore di diverse testate nazionali e internazionali