A TUTTO POP #05: LUCIO DALLA, ALMAMEGRETTA & ENZO GRAGNIANIELLO, PATTY PRAVO

lucio dalla

E sono Lucio DallaAlmamegretta feat Enzo Gragnianiello e Patty Pravo gli artisti della settimana della rubrica A Tutto Pop !
Il nostro critico musicale Fabio Fiume come ogni settimana ci porta alla scoperta della musica italiana, attraverso tre bran, non necessariamente singoli, raccontandoci curiosità, risultati di classifiche e vendite ed aneddoti a riguardo.

Lucio Dalla: Là ( 2000 )

Quarto singolo pubblicato dall’album Ciao, del 1999, ad oggi considerato l’ultimo grande successo del compianto cantautore Lucio Dalla. Sin dai primi ascolti del disco, apparve abbastanza chiaro che questa era un vero e proprio gioiellino, uno di quei brani che solo Lucio sapeva tratteggiare con la sua voce, che sapeva sembrare sempre distaccata e poi di colpo infilarti un grande carico emozionale su una frase che spiegava la canzone tutta. E di frasi ad effetto ne aveva davvero molte; è una vera dichiarazione di un amore che ti porta a difendere l’altro/a anche da se stessi, perché l’amore stesso a volte può ferire. Lucio interpretò il brano al Festival di Sanremo nel 2000, invitato da Fabio Fazio in qualità di superospite italiano. L’esibizione riportò l’album Ciao nella top 10 e gli permise di trascinarsi oltre le 240.000 copie. Lucio teneva molto a questo disco perché arrivava dopo l’enorme successo di Canzoni e spesso quando un successo è così grande non si è tanto predisposti ad ascoltare il nuovo, se non somiglia a cosa abbiamo amato e quindi dobbiamo fornirgli la giusta protezione. Non esiste un video ufficiale del brano.
La frase: Per questo cederò ad ogni cosa, a tutto quello che dirai, ad ogni spostamento che avrai perché voglio vederti stare bene, bene, bene, bene…

Almamegretta & Enzo Gragnianiello – ‘Na bella vita ( 2013 )

Non fu un singolo ma uno dei brani, tra i più riusciti, di quello che ad oggi è il penultimo album della band degli Almamegretta , intitolato Controra ed uscito qualche tempo dopo la loro unica partecipazione al Festival di Sanremo dello stesso anno. E’ un brano questo figlio della collaborazione tra la band aperta ( gli Almamegretta non sono mai stati contraddistinti da una formazione rigida; lo stesso leader e vocalist Raiz è più volte uscito e rientrato nella line up ) ed un altro grande musicista campano, quell’Enzo Gragnianiello già padre di canzoni enormi della musica italiana come Cu’ mme, per la coppia Roberto Murolo & Mia Martini su tutti, e dove lui stesso interveniva in prima persona, o la profondissima Donna affidata sempre all’indimenticabile voce calabrese di Mia. Il disco degli Almamegretta è un insieme riuscito di suoni del sud, elettronica e testi ispirati, come questo composto con Enzo. Per la band il brano sarà un vero e proprio regalo, così come la partecipazione alle registrazioni; essi stessi sposarono la definizione data su’ Il Mattino in cui ’Na bella vita viene vista come un elogio al carpe diem ai tempi di Gomorra. O come raccontarono ai tempi in alcune interviste “La bella vita è quella in cui ogni mezz’ora diventa una giornata. È la capacità di apprezzare la vita in ogni suo momento, vivere la vita in modo intenso, diventare i protagonisti della propria esistenza”. Tuttavia nonostante l’ottimo lavoro i risultati del disco saranno commercialmente assai relativi, anche se questo non è mai stato un cruccio per Raiz & Soci che hanno sempre fatto del live la loro linfa vitale. Non essendo stato un singolo, ovviamente, il brano non ha un video ufficiale.
La frase: Nun ce sta prezzo e né ricchezza, vicino ‘a n’ombra ‘e felicità
Traduzione: Non c’è prezzo ne ricchezza rispetto ad un’ombra di felicità

Patty Pravo – Qualche cosa di diverso ( 2016 )

Saper scegliere le canzoni giuste da interpretare per la divina Patty Pravo è sempre stata grandissima prerogativa, che poi l’ha aiutata a diventare la leggenda della musica italiana che ancor oggi è. In questo caso il brano, che non è un singolo ma una traccia dell’ultimo Eccomi, è stato composto per lei da Sergio Vallarini in arte Zibba. Di questo pezzo entrambi raccontano di questo incontro veloce, dello studiarsi un po’ e poi ecco che Sergio lascia Patty sul divano di casa sua e va via. Tornerà più tardi con questa canzone che la divina non potrà che trovare splendida e soprattutto adatta alla sua interpretazione. L’album Eccomi in cui è stata inserita è disco pieno di importanti autori da Tiziano Ferro a Rachele Bastreghi dei Baustelle, dal succitato Zibba a Giuliano Sangiorgi, da Gianna Nannini & Pacifico a Samuel fino ad arrivare a Michele Canova, Fortunato Zampaglione ma anche di giovani interessanti a cui la Pravo ha sempre dato delle opportunità impareggiabili, come qui è stato per Giangi Skip e Francesca Xefteris. Non essendo stato un singolo anche qui non esiste video ufficiale del brano, ma per l’occasione postiamo questo duetto live con il suo autore, Zibba per l’appunto.
La frase: non trovi che spogliarsi sia la cosa più geniale dopo il disordine?

  Giornalista e critico musicale per All Music Italia, Il Roma e Pinklife magazine. In passato ha collaborato, tra gli altri, con Blogosfere e Riserva sonora, presentato eventi live e scritto e presentato programmi radiofonici per Radio Hinterland e Radio Club 91.